La giornata della memoria 2012

PER NON DIMENTICARE: I RAGAZZI DEL "G. VICO" RACCONTANO L'OLOCAUSTO

SULMONA – Erano tanti, commossi e silenziosi gli studenti dell’Istituto Superiore “G.Vico” che hanno raccontato la Shoah nella giornata commemorativa dedicata alla Memoria. I giovani hanno organizzato un vero e proprio “viaggio nella memoria” iniziato nelle scorse settimane con la visita di una delegazione di studenti presso il campo di concentramento di Auschwitz in Polonia e conclusosi oggi attraverso l’incontro con Ermando Parete, reduce del campo di sterminio di Dachau. Sul palco dell’Auditorium dell’Annunziata gli studenti hanno alternato momenti di lettura e riflessione sulla storia del genocidio e sulle tematiche inerenti il negazionismo e l’orrore nazista a momenti di racconto visivo attraverso la proiezione delle immagini scattate durante il viaggio nei luoghi simbolo della Shoah. Filo conduttore la musica della “Vico Music Band” la banda musicale della scuola composta da alunni e professori. L’esperienza del viaggio ancora molto forte nei giovani è stata davvero unica: il “G.Vico”, infatti, è l’unica scuola abruzzese che ha partecipato al viaggio studentesco ed è stata scelta per l’impegno e la dedizione che alunni e insegnanti hanno dedicato al tema dell’olocausto anche negli anni precedenti realizzando sul tema cortometraggi e documentari. Nel corso del soggiorno a Cracovia la delegazione ha ascoltato molte testimonianze di reduci dai campi tra cui quelle di Tatiana Bucci e Sami Modiano, scampati ad Auschwitz, il racconto di Marcello Pezzetti, direttore dello Yad Vashem di Gerusalemme e di Renzo Gattegna, presidente della Comunità Ebraica Italiana.

(Eleonora Franceschilli - OndaTV del 26 Gennaio 2012)

STUDENTI SULMONESI IN VISITA AD AUSCHWITZ

SULMONA. Anche una delegazione dei studenti dell'istituto «Vico» ha partecipato al «Viaggio della memoria» insieme a un centinaio di altri ragazzi di tutta Italia e al ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo. Il «Vico» è stato l'unica scuola abruzzese a far parte del viaggio studentesco. Ad accompagnare gli alunni, la preside Caterina Fantauzzi e la professoressa Gelanda Martorella. Il «Vico» è stato scelto per l'impegno e la dedizione che studenti e insegnanti hanno dedicato, nel corso degli anni, al tema della Shoah, realizzando, su tale argomento, anche corti e documentari, poi premiati. La delegazione di 130 studenti ha visitato i campi di sterminio nazisti di Auschwitz e Birkenau in Polonia per ricordare la Shoah e commemorare quella tragedia con il racconto di alcuni ebrei italiani sopravvissuti. Qui hanno ascoltato, tra le altre, le testimonianze di Tatiana Bucci e Sami Modiano, scampati allo sterminio di Auschwitz, Marcello Pezzetti, direttore dello Yad Vashem di Gerusalemme, e di Renzo Gattegna, presidente della Comunità Ebraica Italiana. Nell'ambito degli eventi organizzati per la giornata della memoria, gli studenti del «Vico» domani alle 10.30 all'auditorium dell'Annunziata incontreranno Ermando Parete, pescarese sopravvissuto al campo di sterminio di Dachau.

(Annalisa Civitareale - Il Centro del 25 Gennaio 2012)

IL VIAGGIO DELLA MEMORIA

Anche gli studenti del Vico con il ministro Profumo martedì scorso in Polonia, nei luoghi dell’Olocausto

SULMONA. A volte per comprendere il perché di un avvenimento occorre ripercorrerne i luoghi, respirane l’aria, perdersi nei silenzi ancora troppo assordanti per riuscire ad ascoltare la voce della storia. Capire la Shoa vuol dire anche questo. Martedì scorso 130 ragazzi delle scuole secondarie superiori d’Italia tra cui una delegazione del liceo G. Vico di Sulmona sono partiti per un “viaggio della memoria”, un itinerario di due giorni nei luoghi dell’Olocausto. Accompagnati dal ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo e dal presidente delle comunità ebraiche Renzo Gattegna, i ragazzi hanno attraversato le vie dell’antico ghetto di Cracovia per poi recarsi ad Auschwitz-Birkenau, dove hanno visitato i campi ed incontrato i sopravvissuti Tatiana Bucci e Sami Modiano. Vedere con i propri occhi quello che ancora oggi pare inconcepibile, lo sterminio di oltre sei milioni di ebrei in nome di una folle ideologia, ed ascoltare le parole di chi è riuscito a sopravvivere significa molto per le nuove generazioni che rischiano di perdere testimonianze importanti della più grande tragedia del XX secolo. «Un’iniziativa importantissima – la definisce Caterina Fantauzzi, preside dell’istituto Vico – che i ragazzi documenteranno e presenteranno il 26 gennaio all’auditorium dell’Annunziata quando incontreranno un testimone d’eccezione, sopravvissuto al campo di concentramento di Dachau, Ermando Parete»; un amico del Vico, Ermando, che ha già incontrato più volte i ragazzi del liceo sulmonese e che anche in questa occasione sarà con loro, con gli studenti, per celebrare insieme la giornata della memoria riflettendo sul viaggio appena compiuto, sui luoghi visitati, su quell’aria fredda che ti gela le mani e l’anima e su quel silenzio che mai potrà essere zittito, se non con il ricordo.

(Elisa Pizzoferrato - ZAC 7 del 21 Gennaio 2012)

Sei qui: Home Giornata della memoria La giornata della memoria 2012